Il percorso formativo (Formazione Generale e Specifica) è conforme alle prescrizioni degli articoli 36 e 37 del D.lgs. 81/08 e Accordo formazione  Lavoratrici/Lavoratori  Preposti e Dirigenti e autonomi di cui all’art. 21 comma 1 (autonomi) (D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, art. 37, comma 2)  Approvato il 21 dicembre 2011- Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la formazione dei lavoratori, ai sensi dell’articolo 37, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. (Rep. Atti n. 221/CSR Pubblicazione G.U. n. 8 – 11.01.2012 entrato in vigore il 26.01.2012) per svolgere l’attività di lavoro a domicilio in particolare COLF e BADANTI sia per l’attività intrinseca e sia per l’attività si sorveglianza e sovrintendimento di soggetti (bambini, anziani, diversamente abili, etc.) all’interno degli ambienti domestici.


Acquista e frequenta
il corso

Contattaci per ulteriori informazioni

 

Durata del corso

12 ore + verifiche

Destinatari

Lavoratori a domicilio: colf e badanti

Programma didattico

Modulo 1
Concetti di Rischio, Danno, Prevenzione e Protezione.
Organi di vigilanza, controllo e assistenza.
Tutela assicurativa e norme tecniche.
Informazione e formazione.

Modulo 2
Il Datore di lavoro e i fattori di rischi.
Ambienti di vita e illuminazione emergenza.


Modulo 3
Sicurezza negli ambienti domestici.
Procedure lavoro e attrezzature in ambito domestico.
Allertare i soccorsi esterni.

Test Finale

Verifica interattiva finale con tutor formatore

 

Interpello n. 13 del 24 ottobre 2013 - Lavoro a domicilio avente per oggetto l’art. 12, D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. e risposta al quesito sull’obbligo di formazione, informazione ed addestramento per i lavoratori a domicilio

Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha avanzato istanza di interpello per conoscere il parere di questa Commissione in merito al seguente quesito “se per i lavoratori a domicilio, che risultano dipendenti di un’azienda, ma che hanno come luogo di lavoro la propria abitazione, il datore di lavoro debba fornire a proprie spese tutta l’informazione, la formazione e l’addestramento previsto per i lavoratori dal D.Lgs. n. 81/08, in particolare la formazione prevista dai recenti accordi Stato-Regioni e la formazione per addetto al primo soccorso e addetto all’antincendio. Inoltre il C.N.I. chiede di sapere se l’abitazione del lavoratore sia da considerarsi a tutti gli effetti un luogo di lavoro, così come definito dal D.Lgs. n. 81/08, e debba pertanto essere oggetto di valutazione dei rischi, da parte del datore di lavoro.”Il lavoro a domicilio può essere reso sia in forma subordinata sia in forma autonoma. È da ritenersi subordinata nei casi in cui il lavoratore è tenuto ad osservare le direttive dell’imprenditore circa le modalità di esecuzione, le caratteristiche ed i requisiti del lavoro da svolgere. Il vincolo di subordinazione non sussiste qualora il lavoratore a domicilio organizzi e conduca il lavoro in maniera autonoma.Dal punto di vista della tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, l’art. 3, comma 9, del D.Lgs. n. 81/08 prevede che “Fermo restando quanto previsto dalla legge 18 dicembre 1973, n. 877, ai lavoratori a domicilio ed ai lavoratori che rientrano nel campo di applicazione del contratto collettivo dei proprietari di fabbricati, trovano applicazione gli obblighi di informazione e formazione di cui agli articoli 36 e 37. Ad essi devono inoltre essere forniti i necessari dispositivi di protezione individuali in relazione alle effettive mansioni assegnate. Nell’ipotesi in cui il datore di lavoro fornisca attrezzature proprie, o per il tramite di terzi, tali attrezzature devono essere conformi alle disposizioni di cui al Titolo III del D.Lgs 81/08”.

Tutto ciò premesso la Commissione fornisce le seguenti indicazioni. La Commissione ritiene che il datore di lavoro è tenuto a fornire un’adeguata informazione e formazione nel rispetto di quanto previsto dall’accordo Stato Regioni del 21/12/2011 e non anche quella specifica per il primo soccorso e antincendio. Inoltre il domicilio non è considerato luogo di lavoro, ai sensi dell’art. 62 del D.Lgs. n. 81/08.

 

Progettazione didattica
Ing. Salvatore Avanzato, consulente ingegneria della sicurezza sul lavoro.


Acquista e frequenta
il corso

Contattaci per ulteriori informazioni


Contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari: 8-13 e 15-18

Tel. 0925 63832

Cell. 333 5798009


Chiama con Skype

A volte i nostri consulenti non rispondono al telefono perché impegnati in attività di formazione. Scrivi un’email indicando un numero di telefono, ti contatteremo entro poche ore.

Scrivi messaggio a QSSA

Accesso Iscritti

QssCorsiOnLine usa i cookie per facilitare la navigazione del sito. Chiudendo il banner e proseguendo la navigazione su questo sito acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sulla privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito
EU Cookie Directive Module Information